Quali sono le carte prepagate da usare per i viaggi 2024

Molte persone scelgono di utilizzare le carte prepagate per gestire il denaro durante i viaggi. Le carte prepagate sono simili alle carte di debito o di credito, ma anziché essere collegate a un conto bancario, vengono caricate in anticipo con una certa quantità di denaro. Questo offre praticità e sicurezza durante il viaggio, poiché si evita di portare grosse somme di contanti e si limita il rischio di furto o smarrimento del denaro.

Se hai già una carata prepagata prima di partire controlla se associata a un circuito internazionale come Mastercard o Visa, circuito di pagamento molto diffusi. Controlla se è abilitata per l’utilizzo all’estero da app, o da internet banking. Controlla le commissioni.

Se attualmente non possiedi una carta prepagata e stai cercando di decidere quale carta richiedere, oltre a considerare i costi associati, potresti anche verificare se la carta offre vantaggi aggiuntivi. Ad esempio se fornisce cashback (rimborso di una percentuale degli acquisti) e sconti. Allo stesso modo, potresti verificare se la carta include un’assicurazione viaggio come ulteriore beneficio.

Costi con la carta prepagata quando si paga in valuta diversa dall’euro

Quando usi la carta prepagata all’estero per pagare in valuta euro non ci sono costi aggiuntivi. Ad esempio se usi la tua carta prepagata in Francia o Germania e come se la usassi in Italia, quindi niente costi aggiuntivi per pagare nei Pos.

Mentre se il pagamento avviene in valuta diversa dall’euro, oltre al tasso di cambio, si deve fare attenzione alla commissione per operazione in valuta diversa dall’euro.

Quindi, se nella Nazione dove stai per andare non si usa l’euro è necessario selezionare una carta prepagata che offra commissioni basse per i prelievi di denaro e gli acquisti all’estero, in modo da evitare costi inaspettati. Inoltre, la carta deve essere accettata a livello internazionale e garantire l’utilizzo per prenotare hotel o acquistare biglietti aerei.

Ecco qualche esempio se utilizzi una di queste prepagate per pagare nei Pos in valuta diversa dall’euro costa:

Carta prepagataCommissione
Ing Conto corrente Arancio2,00%
Postepay1,10%
Postepay Evolution1,10%
Carta Mooney(non si può richiedere)1,10%
Carta Flash(Intesa-SanPaolo)2,00%
Genius Card(Unicredit)1,75%
Carta prepagata Fineco2,00%
Hello!Free (di Hello Bank)1,70%
Carta Prep@aid Banco BPM2,00%
Carta prepegata Maxi (widiba)0,00%
Carta prepagata Nexi2,00%
Sella carta prepagata3,00%
Superflash(Intesa-SanPaolo)2,00%
Fnte: Sito internet e prospetto informativo delle carte prepagate

Commissioni e tassi di cambio per prelievo estero da ATM Bancari con carta prepagata

All’estero il prelievo può essere fatto da ATM bancari, oltre al tasso di cambio e alla commissione per prelevare attenzione alla commissione per operazione in valuta diversa dall’euro.

Carta prepagataCosto prelievoCommissione aggiuntiva
Ing Conto corrente Arancio€22,00%
Postepay€51,10%
Postepay Evolution€51,10%
Carta Mooney(non si può richiedere)€51,10%
Carta Flash (Intesa-SanPaolo)€52,00%
Genius Card€51,75%
Carta prepagata Fineco€2,902,00%
Hello!Free (di Hello Bank)€21,70%
Carta Prep@aid Banco BPM€2,502,25%
Carta prepegata Maxi (widiba)€40,00%
Carta prepagata Nexi€42,00%
Sella carta prepagata€53%
Superflash€52,00%
Fonte: Prospetti informativi delle carte prepagate

Tassi di Cambio

Le commissioni e i tassi di cambio sono aspetti importanti da considerare quando si utilizza una carta prepagata all’estero. Nella prima parte dell’articolo abbiamo parlato delle commissioni sui prelievi e per l’utilizzo della carta nei Pos. nNella parte conclusiva di questo articolo affrontiamo l’argomento sui tassi di cambio.

i tassi di cambio possono variare, è consigliabile monitorarli e effettuare transazioni quando il tasso è più favorevole.

  1. Tasso di Cambio Interbancario: Questo è il tasso di cambio “reale” utilizzato dalle banche per le transazioni tra di loro. Le carte prepagate che offrono tassi di cambio vicini al tasso interbancario sono generalmente preferibili.
  2. Markup del Tasso di Cambio: Alcune carte prepagate applicano un margine (markup) al tasso di cambio interbancario. Questo markup rappresenta il guadagno della società emittente e può influire sul costo complessivo delle transazioni in valuta estera.

Ciao, sono Davide, l’autore di questo articolo e del sito. Questa volta sono io a chiedere aiuto ai miei lettori. Se hai letto l’articolo e vuoi lasciare un feedback, una critica o una breve recensione, mi farebbe molto piacere. Ad esempio, mi piacerebbe sapere se l’articolo era leggibile, se ha risposto ai tuoi dubbi o se avevi altre domande. Puoi farlo inviandomi un’email a monetadiplastica@gmail.com oppure lasciando un commento qui sotto. Il tuo feedback non sarà pubblicato, ma sarà letto privatamente da me.

Lascia un commento