Mi hanno rubato i soldi dalla Postepay Evolution

Postepay cosa fare se ti hanno rubato dei soldi?
La Postepay è la carta prepagata più utilizzata,ed è per questo che subisce i maggiori attacchi da parte del phishing.
Una truffa informatica messa in atto per cercare di recuperare in modo fraudolento dati finanziari. Come i codici di accesso del conto corrente, o quelli della carta di credito, o della carta prepagata.

Possono rubare i soldi dalla Postepay?

Se non fai attenzione a come usi la tua Postpeayy e come custodisci password e pin, in caso di clonazione potrebbero rubare i soldi depositati sulla tua Postepay. Per questo è importante fare attenzione dove la usi sia online, ma anche nei negozi, oppure al Postamat.

Come fanno a rubare i soldi dalla Postepay.

ilmedtodo più utilizzato è il phishing. Questa tecnica conosciuta come phishing, prevede l’invio di e-mail con allegati che possono contenere dei trojan, virus, malware, che una volta aperti infettano il computer e riescono a recuperare dati. Per essere più credibili questi messaggi riportano il logo del Bancoposta, o della Postepay e sembrano inviati da Poste Italiane.
Dove viene comunicata la vincita di un bonus, per ritirarlo si deve compilare un modulo con i dati.
Oppure con avviso che se entro una certa data non si confermano i dati della Postepay, o non si attiva il servizio Sicurezza Web la carta viene bloccata.
Oppure viene richiesto di confermare i propri dati personali e quelli della Postepay Evolution.
Oggi il phishing utilizza anche i social, quindi fate attenzione ai messaggi che ricevete su Facebook,Whatsapp e simili.

Truffa Postepay.

Purtroppo visto l’enorme mole di messaggi inviati qualcuno casca nella rete e nel giro di poco tempo vede sparire i soldi dalla Postepay. Che fine fanno i soldi? Di solito vengono trasferiti sul altre Postepay, anche queste clonate, per essere prelevati presso gli ATM bancari nel giro di poco tempo. Oppure vengono trasferiti su qualche conto gioco online. Sembra che sia la truffa che va per la maggiore in questo periodo. Sono molti le persone che hanno trovato nella lista movimenti ricarica si conto gioco mai aperto.

Postepay Phishing cosa fare.

In caso di clonazione da phishing:

1) La prima cosa da fare è bloccare la Postepay

Disattivala subito appena ti accorgi dei trasferimenti di denaro che non hai fatto.
Contattando il numero verde presente sul sito delle Poste, o della stessa Postepay. Il blocco deve essere richiesto il prima possibile. Se la tua Postepay è stata clonata non continuare a usarla, se vedi che il salso diminuisce non continuare a caricarla. Per evitare ulteriori perdite di denaro. Con il blocco la Postpeay non è più utilizzabile-

2) Devi presentare denuncia a Carabinieri o Polizia

Se ha subito un furto è meglio presentare la denuncia, non è detto che si riesca a risalire a chi ha usato la Postepay, la copia della denuncia devi portarla all’ufficio postale.

3)Disconosci addebiti e chiedi la restituzione del denaro sottratto.

Come  disconoscere gli addebiti? All’ufficio postale trovi il modulo da compilare per la richiesta   e disconoscere gli addebiti. Oltre al modulo devi presentare la copia della denuncia.

Phishing Postepay si riesce a ottenere qualche risarcimento?

Purtroppo in caso di phishing la procedura per ottenere la restituzione del denaro addebitato è molto lunga, e potrebbe avere anche esito negativo. Sono diversi i casi dove è stata conosciuta la responsabilità del titolare della carta perchè secondo Poste Italiane ha custodito male i dati. Ma non per questo si deve evitare di presentare denuncia, bloccare la Postepay e chiedere la restituzione del denaro che non hai speso o prelevato. Infatti esistono casi, anche se non si conosce il numero, dove Poste Italiane ha rimborsato o perchè costretta dell’Arbitrato Finanziario Bancario, o dopo sentenza del Tribunale.
Una volta fatta la richiesta le Poste devono comunicare entro breve tempo una risposta, in caso non sia soddisfacente, o non arrivi nei tempi prestabiliti, non resta che segnalare il caso all’Arbitrato Bancario Finanziario.