Quando scade la Postepay

Come conoscere la data di validità della Postepay? E’ semplicissimo.

La data di scadenza della Postepay si trova stampata sulla carta, appena sotto il numero della carta composto da 16 numeri.
Vicino alla data c’è scritto Valid Thu, i primi due numeri indicano il mese di scadenza, il secondo l’anno.
Oltre questa data la carta non viene più accettata, quindi non potete ricaricarla e nemmeno prelevare il denaro caricato sulla carta.
Che sia una Psotepay standard, Evolution,Junior, io Studio, per trovare l’esatta data di scadenza esatta ti basta guardare sulla tua Postepay.

Scadenza Postepay inizio o fine mese?

Ok adesso sappiamo mese e anno di scadenza della nostra Postepay, ma scade all’inizio del mese o alla fine del mese riportato sulla carta?
Infatti la validità è stampata sul fronte della carta e riporta mese e anno.
E’ possibile utilizzare la Postepay fino all’ultimo giorno del mese di scadenza.
Facciamo un banale esempio, se la tua Postepay riporta una data 08/18 significa che può essere utilizzata fino al 31 agosto del 2018.
Ricorda che carte prepagate, carte di credito e carte di debito scadono sempre a fine mese, e mai all’inizio del mese.

Cosa fare alla scadenza della Postepay .

Poco prima della scadenza Poste Italiane ti avviserà che la Postepay Evolution, o Standard sta per scadere e ti darà le indicazioni per rinnovare la tua Postepay e averne una nuova che andrà a sostituire quella scaduta.
Se decidi di rinnovare la Postpeay ti verrà recapitata a casa all’indirizzo che hai indicato quando hai sottoscritto il contratto della Postepay. La procedura di rinnovo della Postepay è automatica, quindi prima della scadenza della carta si deve richiedere la sostituzione della Postepay. O recandosi all’ufficio postale e fare la richiesta di sostituzione. Mentre chi non vuole fare la fila all’ufficio postale può chiamare il numero verde 800.00.33.22 e seguire le indicazioni dell’operatore.
Per motivi di sicurezza viene spedita non attiva e separatamente dal Pin.
Riceverai due buste una con il pin, e l’altra con la Postepay. Una volta ricevuta carta e pin ti basterà contattare il numero verde del BancoPosta per attivarla. Oppure puoi attivarla da internet. Dopo la data di scadenza la carta scaduta va sostituita con una nuova dove sarà trasferito il credito rimasto sulla Postepay scaduta.

Cosa succede se utilizzi la Postepay dopo la data di scadenza.

E’ evidente che una carta prepagata scaduta non può essere utilizzata.
Quindi dopo questa data la Postepay non può essere utilizzata per pagare nei negozi, o su internet, e nemmeno per prelevare.
In caso fosse usata l’operazione non andrà a buon fine.
Se sulla Postepay scaduta sono rimasti dei soldi puoi chiedere il rimborso.

Recuperare credito Postepay scaduta .

Se hai rinnovato puoi chiedere di trasferire il denaro sulla nuova Postepay che andrà a sostituire quella scaduta.
Se invece non hai rinnovato la Postepay anche in questo caso i soldi non sono persi, possono essere recuperati chiedendo l’estinzione della Psotpeay e il rimborso del credito.
Ricorda che dopo il giorno di scadenza hai a disposizione dodici mesi per recuperare il denaro rimasto sulla Psotepay scaduta.
Quanto scritto in questo articolo vale sia perla versione Standard che la Postepay Evolution.

Cosa fare della Postepay scaduta dopo che hai ottenuto una nuova carta? Puoi gettarla, ma prima tagliala in tanti pezzetti.
Se invece non rinnovi e sulla Postepay sono rimasti soldi, prima di buttarla chiedi il rimborso del credito.

Rimborso su Postepay scaduta.

Può capitare di attendere un rimborso per un oggetto acquistato e poi restituito, e la carta prepagata sta per scadere.
Oppure il rimborso arriva su una Postepay scaduta perchè si è dimenticato di comunicare il nuovo numero, e il rimborso ormai è stato fatto.

In teoria sulla Postepay estinta non è possibile ricevere ricariche e rimborsi.
Ma sono molti i casi dove sulla Postepay scaduta è stato accreditato un rimborso.
Vediamo cosa fare in caso si verifichi questa situazione, anche perchè il denaro sulla Postepay scaduta non può essere prelevato.

Rimborso su Postepay scaduta richiedere restituzione del denaro caricato.

La prima cosa da fare e contattare il numero verde di Poste Italiane e chiedere informazioni su come chiedere la restituzione della somma accredita sulla Postepay scaduta. Se il rimborso è stato veramente effettuato, quindi accreditato sulla Postepay scaduta, Poste Italiane restituirà la somma con assegno inviato all’indirizzo riportato dal titolare della carta sui documenti firmati e compilati al momento della richiesta del rilascio della carta prepagata. Procedura più complicata e diversa da quella per recuperare il credito dalla Postepay scaduta.

  1. In teoria il rimborso sulla Postepay estinta non dovrebbe avvenire.
  2.  Già in teoria, perché le Postepay scadute non possono ricevere ricariche e non possono essere utilizzate.
  3. Se invece la carta è stata rinnovata il denaro sarà trasferito sulla nuova Postepay.
  4. Se così non fosse chiedi al Bancoposta che fine ha fatto il rimborso.
  5. Se il rimborso è stato accreditato su una carta Postepay estinta e il pagamento è andato a buon fine, chiedi a Poste Italiane come recuperare il denaro.
  6. Se hai fatto una nuova Postepay sarà trasferito su quella nuova, se anche in questo non trovi l’accredito chiedi informazioni al Bancoposta.
  7.  Non hai rinnovato la carta? Poste Italiane dovrebbe inviarti un assegno entro 30 giorni lavorativi. Ricevuto l’assegno potrai andare all’ufficio postale e a incassarlo.
  8.  Se l’esercente, la società, o chi ti ha fatto il rimborso ti assicura che l’accredito è andato a buon fine.
  9. Chi ha fatto il rimborso non può annullarlo perché risulta accreditato.
  10. La prassi vuole che sia Poste Italiane a inviare un assegno postale entro 30 giorni con l’importo del rimborso.