Conto corrente o carta prepagata con Iban?

Conto corrente e carta conto sono due strumenti per gestire il denaro diversi. Il primo offre una serie di servizi bancari che vanno dalla gestione del risparmio ai pagamenti. La seconda, la carte conto o prepagate con Iban, è uno strumento di moneta elettronica prepagato, che serve per i pagamenti e offre anche qualche servizio bancario come ad esempio l’accredito dello stipendio o della pensione.

Pubblicità

Non tutte le carte prepagate hanno questa funzionalità ma solo quelle con Iban associato conosciute come carte conto. Ma quali sono le differenze tra carta prepagata e conto corrente? e quando scegliere la carta prepagata o il conto corrente?

Prima di capire se è meglio richiedere una carta conto in sostituzione del conto corrente dobbiamo capire quali sono le differenze tra conto corrente e carta prepagata con Iban.

Il conto corrente offre una serie di servizi bancari per la gestione del denaro, che va dal risparmio alla spesa. Offre servizi di pagamento come la carta di debito, si può richiedere anche la carta di credito, oppure di un finanziamento . Mentre la carta prepagata con Iban, possiamo dire che è la porta di accesso ai servizi bancari con qualche limite. Nasce come carta di pagamento, strumento di moneta elettronico prepagato non agganciato al conto corrente, che si può usare per pagare beni e servizi acquistabili su internet e nei negozi fisici. Con qualche funzionalità in più rispetto alla semplice carta prepagata.

Grazie all’Iban identico a quello del conto corrente associato alla carta, che identifica il deposito dove finiranno le ricariche, puoi ricevere bonifici compreso l’accredito dello stipendio, la pensione, pagare le utenze domestiche. Ma sulla carta conto non puoi versare assegni, oppure associare un conto titoli, o richiedere un finanziamento come il mutuo, o gestire i risparmi. A questo punto possiamo andare avanti e confrontare i costi,senza dimenticare che si tratta di sue strumenti per gestire il denaro diversi tra loro.

Costa di più la carta prepagata con Iban o il conto corrente?

Se guardiamo il prospetto informativo di questi due prodotti scopriamo che il conto corrente costa di più rispetto alla carta conto. I costi di gestione del conto corrente possono superare anche €100 all’anno, dipende dal tipo di operatività. Ma come scritto in precedenza ci sono più servizi.Negli ultimi tempi anche le carte prepagate hanno subito un aumento dei prezzi per quanto riguarda il canone annuo che può superare i venti euro. Altri costi di gestione della carta prepagata con Iban sono costi di ricarica, costi per prelevare, costi per effettuare o ricevere bonifici, canone annuo, imposta di bollo sull’estratto conto. il costo dipende da quanti preleivi e ricariche fai nel corso dell’anno.

Pubblicità

Meglio conto corrente o carta prepagata ?

A questa domanda possiamo rispondere con un’altra domanda quali servizi bancari ti servono? Se ad esempio cerchi un prodotto alternativo al conto corrente con meno spese di gestione la carta prepagata con Iban può essere una soluzione. Se invece ti servono più servizi bancari il conto corrente online con associato una carta di debito è la soluzione migliore. Inoltre il conto corrente è più sicuro della carta conto. Se invece non vuoi aprire il conto corrente per i costi, si riesce a risparmiare anche con i conti correnti online.