Quale conto deposito scegliere

Quanto rende il conto deposito?
Il conto deposito diversamente dal conto corrente è uno strumento di risparmio.
Sulle somme depositate la banca offre un tasso di interesse. .
Il denaro può essere libero, si può prelevare in qualsiasi momento, ma anche vincolato. Con il vincolo che può essere di tre, sei, 12mesi e si ottengono più interessi.
Ma il denaro non può essere svincolato fino alla scadenza. Oppure se si decide di svincolare si perde il tasso di interesse.

 Quale conto deposito aprire.

Nella scelta del conto deposito si deve guardare il tasso che offre la banca. Inoltre ci sono delle promozioni dove la banca si accolla l’imposta di bollo.
Quali sono i conti deposito più utilizzati che offrono un rendimento più alto:
Tolti quelli delle banche i difficoltà che per attirare nuova clientela offrono tassi più alti della media. Tra le banche più solide troviamo:
Conto Arancio.
Rendimax.
SicontoDeposito.
Mediolanum.
ContoSuIBL

Leggi Anche: Come si apre un conto deposito.

Conto deposito quanto rende?

Abbiamo anticipato che Il tasso offerto varia se il deposito è libero, significa che puoi prelevare in qualsiasi momento le somme depositate.
O se il deposito è vincolato, in questo caos il denaro può essere prelevato alla scadenza del vincolo.
Nel primo caso il rendimento è minimo di solito è attorno allo 0,30% all’anno.
Nel secondo caso il rendimento è più alto, e aumenta in base alla durata del vincolo.
Non è difficile trovare conti deposito con rendimento lordo vicino all’1%.
Ricorda che si tratta del rendimento lordo, per calcolare il tasso netto dovrai sottrarre l’imposta di bollo annua sul deposito dello 0,20%.
E l’aliquota fiscale del 26% sul guadagno realizzato.