Postepay Evolution cambia Iban dal 1 ottobre

Attenzione se ricevi bonifici o l’accredito dello stipendio sulla Postepay Evolution, perchè cambia il codice Iban.
Anche Per le Postepay Evolution già emesse, non solo quelle di nuova emissione.

Forse hai ricevuto la comunicazione, oppure hai letto su internet che dal 1 ottobre ci sarà un importante cambiamento nel Bancoposta, nasce Postepay.S.p.a che si occuperà di gestire le carte Postepay, che dal 1 ottobre passeranno da Poste Italiane s.p.a. alla nuova società Postepay s.p.a. In realtà Postpeay s.p.a è Postemobile che cambierà nome e gestirà i servizi di moneta elettronica.
Ma cosa cambierà per i titolari delle Postepeay, quali sono le importanti novità?
Per adesso le Postepay Standard, Junior, Io Studio cambierà solo il nome del titolare del contratto, quindi non cambierà il numero della tua Postepay e potrai continuare a utilizzarla fino a scadenza.Non dovrebbero esserci vairazioni nei costi di gestione delle Postpeay. Le modifiche più importanti ci saranno per le Postepay evolution.

Postepay Evolution nuovo Iban.

Un importante cambiamento ci sarà per le Postepay Evolution che avranno un nuovo codice Iban, quindi attenzione se ricevi bonifici o l’accredito dello stipendio, perchè dovrai comunicare il nuovo Iban a partire dal 1 ottobre, al tuo datore di lavoro. Che non sarà più quello stampato sulla Postepay Evolution, ti assegneranno un nuovo Iban, le nuove coordinate ti saranno spedite per lettera scritta.
Se non hai ancora ricevuto la comunicazione, nei prossimi giorni dovresti ricevere a casa una lettera di Poste Italiane che ti comunica le variazioni del contratto, e se hai una Postepay Evolution ti comunicherà il nuovo Iban, il numero della Postepay Evolution rimane lo stesso.

Se non ricevi la comunicazione, ricorda che sarà spedita all’indirizzo che hai comunicato quando hai richiesto la carta, se tarda ad arivare chiedi chiarimenti all’ufficio postale.
Attenzione non dovrai cambiare la carta Postepay che rimane valida fino a scadenza.
Se ricevi strani messaggi su Facebook, oppure sul tuo indirizzo di posta elettronica, fai attenzione potrebbe trattarsi di phishing. Fai sempre riferimento alla comunicazione scritta inviata per posta. Oppure chiedi maggiori informazioni all’ufficio postale.