Pensioni 2018 arriva l’aumento

Nel 2018 dopo due anni di fermo ritorna a salire l’assegno pensionistico. Le pensioni saranno rivalutate dell’1,1%, ma attenzioni no n tutt el epnsioni saranno rivalutate dell’1,1% per effetto della perequazione.

Per le pensioni minime e quelle che non superano i 1500 euro mensili la rivalutazione sarà del 100%. Sopra questa cifra più è alto l’assegno pensionistico meno sarà la rivalutazione per effetto delle perequazione.
Il meccanismo che consente di rivalutare la pensione in base all’andamento dell’inflazione.
Perchè nel 2018 avrai una pensione più alta? Questo perché l’inflazione nel 2017 è ritornata a salire, quindi le pensioni saranno rivalutate.

Pensioni di quanto sarà l’aumento?

Come già anticipato la tua pensione sarà rivalutata dell’1,1%, se percepisci un assegno mensile tra la minima è 1500 euro lordi al mese. Ma perché proprio dell’1,1%?
Perchè è il valore provvisorio dell’inflazione calcolato dall’istat per il 2017.
Provvisorio perché e chi decide questo dato?
E’ il ministero dell’Economia e delle Finanze che ogni fine anno conferma il dato definitivo e quello provvisorio per il nuovo anno che sarà utilizzato per calcolare la rivalutazione delle pensioni.

Adeguamento pensione .

Gli aumenti vanno da un minimo a un massimo di €5 al mese a €21, dipende dall’importo della tua pensione.
A causa della perequazione le pensioni basse saranno valutate interamente.
Ad esempio:

  • Le pensioni minime fino a un massimo di €1500 saranno rivalutate del 100%, l’aumento sarà dell’1,1%.
  • Quelle che vanno da 1500 a 2000 saranno rivalutate del 95%, tra 2000 e 2500 del 75%.
  • Quelle più alte di 2mila euro lodi mensili del 50% quelle sopra i tre mila euro del 45%.
  • Così l’importo minimo di aumento sarà di €72 all’anno, quello massimo di €260 euro. Ci sarà una aumento anche per tredicesima e quattordicesima.
    Leggi Anche: Quattordicesima quando viene pagata.

    Ci sarà un aumento anche nel 2019?

    Per sapere se anche nel 2019 ci sarà un aumento si dovrà fare attenzione al dato sull’inflazione calcolato dell’Istat nel 2018.
    Se l’inflazione continuerà a salire ci sarà una rivalutazione delle pensioni anche nel 2019.