Migliore banca per aprire conto corrente

Qual è la migliore banca italiana per aprire il conto corrente?
A questa domanda non esiste una sola risposta perché se cerchiamo la migliore banche per buoni dati di bilancio e solidità finanziaria la migliore banca italiana, attualmente, è Intesa-SanPaolo. Ma solidità non significa convenienza.
Se invece guardiamo a innovazione tecnologica Widiba la banca online del Monte Paschi di Siena è quella più innovativa .
Se rimaniamo tra le banche online Fineco perché è la prima banca italiana.
Non solo perché ha iniziato la sua attività a metà degli anni 90, ma anche perchè è la banca online con il maggior numero di correntisti.
Dal punto di vista delle promozioni Hello Bank banca online nata di recente che fa parte del gruppo Bnl-BNP Paribas, attualmente è quella che utilizza pù promozioni per attirare nuova clientela.
Se guardiamo i costi Ing Direct, la banca del conto corrente Arancio, è quella più economica suoi conti corrente sono a zero spese.

Prima di aprire il conto devi capire quali servizi bancari ti servono, quanto costano e quali sono i costi del conto corrente, se hai bisogno di una filiale, o ti piace gestire il conto corrente da internet.

La scelta dovrebbe ricadere sulle banche più innovative.
Dove servono pochi giorni per l’apertura del conto, dove non si deve inviare contratti stampati ma basta la firma digitale.
Dove per ottenere la risposta sul rilascio di una carta di credito , o per un finanziamento.
Attualmente le banche online per costi è semplicità di utilizzo sono da preferire a quelle tradizionali, ma non sempre è così.

Inoltre darei un occhiata alle offerte delle banche per apertura conto rivolte ai nuovi clienti.
Se ti serve un conto corrente solo per accredito dello stipendio o pensione, e per gestire il denaro, qualsiasi conto corrente delle banche nominate in questo articolo va bene.
Ma attenzione ai costi.

Se invece sei un risparmiatore che cerca un conto per investire i risparmi Fineco, Widiba, ma aggiungerei anche Webank vanno bene.
Attenzione ai costi di negoziazione degli strumenti finanziari, tra le tre attualmente Fineco è quella meno conveniente.

Quali sono le prime dieci banche italiane?

Per determinare la classifica delle prime dieci banche italiane possiamo utilizzare la capitalizzazione di Borsa, quindi le prime dieci banche italiane per capitlaizzazione e non per i buoni dati di bilancio sono:
Intesa-SanPaolo.
Unicredit.
Fineco
Ubi.
Banca Mediolanum
Monte Paschi
BPM-BancoPopolare.
Banca Generali
Bper.
Banca Ifis.

A questa lista si deve aggiungere Ing Direct, Deutsche Bank e BNP-Paribas che controlla BNL, Credi Agricolè che controlla Cairparma, ma non sono banche italiane, anche se operano sul nostro territorio.