I conti correnti sono garantiti dallo Stato?

No, i conti correnti bancari non sono garantiti dallo stato, solo quelli postali.
Quali garanzie ci sono sul conto corrente?
Per i conti correnti bancari sia dei privati che delle aziende o liberi professionisti, esiste il Fondo Interbancario di tutela dei depositi, a questo fondo aderiscono obbligatoriamente tutte le banche che operano sul territorio italiano. Poste Italiane azionista del Bancoposta non aderisce a questo fondo. Anche perché il Bancoposta non ha licenza bancaria.

Garanzie conti correnti bancari.

Il Fondo interbancario garantisce ogni conto corrente fino a 100mial euro.
Cosa significa?
In caso di fallimento della banca dove hai il conto corrente fino a100mila euro sei coperto dal fondo interbancario sopra questa cifra rischi di perdere tutto.
Poi dipende da come sarà salvato la banca in difficoltà
Ma attenzione perché in futuro anche questa garanzia potrebbe finire.
Perchè da tempo si discute a Bruxelles di estendere in bail-in anche per importi inferiori a 100mila euro.

Leggi Anche:Cosa al conto corrente se la banca fallisce?

Anche i conti correnti delle banche del credito cooperativo sono garantiti dal Fondo interbancario?
No, ma per le banche del Credito Cooperativo esiste il Fgd, Fondo di Garanzia dei depositanti del credito cooperativo . Anche per questi conti la garanzia è di 100mila euro.

Ma è vero che i conti correnti non saranno più garantiti?

Attualmente, nel dicembre 2017, per i conti correnti esiste ancora la garanzia del Fondo Interbancario che copre fino a 100mila euro.
Che sale a 200mila euro se il conto corrente è intestato a due persone.
L’Unione Europea sta discutendo per apportare alcune modifiche al bail-in, il nuovo meccanismo sui salvataggi bancari entrato in funzione a gennaio 2016.
La materia è complica e per semplificar possiamo dire che attualmente in caso di fallimento bancario i depositi fino a 100mila euro non saranno toccati, in futuro chissà…