Qual è il costo della carta di credito

Carta di credito quanto costa?
Ogni banca applica dei costi diversi e la scelta non manca.
Ma prima di richiedere una carta di credito è importante capire quale carta di credito scegliere se a saldo o revolving.
Conoscere i costi, che trovi pubblicati nel prospetto informativo, per sapere quanto ti costerà in un anno la carta di credito.

Se è necessario avere una carta di credito, o se è sufficiente la carta di credito prepagata, che in molti hanno iniziato a utilizzarle per ridurre i costi della carta di credito.
Anche se tra carta prepagate e carte di credito ci sono delle grandi differenze.
Con la prima devi anticipare le somme da spendere, con la seconda viene concesso un fido spendibile da rimborsare entro una certa data. Ma ritorniamo ai costi della carta di credito.

I costi della carta di credito.

Iniziamo con il costo di emissione si paga quando la carta di credito viene rilasciata.
Non tutte le banche applicano questa commissione.
Il secondo forse più importante perché in molti basano la scelta dalla carta di credito su questo costo, è il canone annuo che può andare da un minimo di €20 a un massimo di €35.
Alcune banche consentono di azzerare questo canone se si utilizzala carta di credito per un certo importo.
Si può pagare un canone annuale di €30, che sale se si richiede una carta di credito aggiuntiva.

Attenzione alla commissione per il pieno con carta di credito.

Ma la scelta della carta di credito non deve ricadere solo su canone, perché influisce sui costi anche come utilizziamo la carta di credito.
Rifornimento carburante attenzione se fai il pieno e paghi con carta di credito perché si paga una commissione che può andare d a€0,55 a e1,50. Non tutte le banche applicano questa commissione.

Attenzione ai costi per il prelievo.

Questo è un altro costo che incide tantissimo, la commissione per prelevare.
Per quanto riguarda il prelievo questo ha un costo alto, perchè si paga la commissione per l’operazione, più una commissione per anticipo di contante.

Commissioni per pagamenti con carta di credito.

Anche se spendi oggi e paghi domani con la carta di credito a saldo non paghi nulla.
Mentre con la carta di credito revolving, che puoi rimborsare a rate si paga un tasso di interesse sulla somma da rimborsare.
Per i pagamenti in valuta euro non si pagano commissioni, l’esercente non può rifiutarsi di accettare la carta di credito,se espone il logo, e non può aumentare il costo se paghi con la carta di credito.

Carta di credito commissione per acquisti in valuta diversa dall’euro.

Abbiamo già detto che quando la usi nei pos in valuta euro non si pagano commissioni.
Mentre per gli acquisti in valuta diversa dall’euro si paga una commissione per operazione in valuta diversa dall’euro.

In conclusione i costi della carta di credito dipendono anche da come utilizzi la carta.

I principali costi sono:

  • Costo di emissione.
  • Canone annuo, non basare la tua scelta solo su questo costo.
  • Commissione per rifornimento carburante, controlla sul prospetto informativo se devi pagare questa commissione.
  • Commissione per anticipo di contante che può arrivare fino al 4%, quindi se puoi evita di prelevare con carta di credito.
  • Imposta di bollo sul rendiconto annuale.
  • Costi per l’invio estratto conto cartaceo, se puoi evitare l’estratto conto cartaceo utilizza quello online. Che puoi sempre scaricare e stampare.
  • Attenzione anche al costo per richiedere il blocco e la sostituzione della carta di credito in caso di deteriorazione della carta, furto o smarrimento.