Conto corrente cointestato

Cointestare o non cointestare un conto corrente quali vantaggi ci sono e cosa significa?

Il conto corrente può avere un solo intestatario, oppure più intestatari.
In quest’ultimo caso il conto corrente si dice cointestato, cioè intestato a più persone.
Di solito si apre un conto corrente cointestato quando serve per uso della famiglia, in modo che tutti e due i coniugi possono operare.
Questo è solo un esempio ma i motivi della cointestazione possono essere diversi, economici e di comodità.

Quando si può cointestare un conto.

La cointestazione può essere fatta al momento dell’apertura, si può scegliere se il conto corrente deve essere intestato a una sola persona oppure a più persone.
E può essere cointestato con firma congiunta o disgiunta. Sai cosa significa?

Conto corrente cointestato con firma disgiunta o congiunta?

Il conto corrente oltre ad essere cointestato può essere a firma congiunta o a firma disgiunta.
Nel primo caso per effettuare prelievi, pagamenti, bonifici, assegni è necessaria la firma di tutti i titolari del conto corrente.
Mentre con firma disgiunta ogni titolare può operare sul conto corrente senza chiedere firma o autorizzazione agli altri titolari del conto corrente.
Di solito quando si apre un conto corrente per la gestione della famiglia si apre un conto corrente con firma disgiunta.
Invece quando si intesta un conto corrente con altra persona per altri motivi si apre un conto corrente con firma congiunta.

Come si apre un conto corrente cointestato?

Per cointestare il conto corrente i titolari devono andare in banca, o in posta, perché è possibile cointestare anche i conti correnti postali, e depositare la firma.
Tutti gli intestatari potranno operare sul conto corrente sia per effettuare versamenti che per prelevare, effettuare bonifici, pagamenti con al carta. Ogni titolare avrà una sua carta di debito.

Si può cointestare un conto corrente già aperto?

Certamente, in questo caso il titolare del conto deve andare in banca con il nuovo cointestatario per depositare la firma.

Leggi Anche: Conto corrente cointestato garanzie.

Il conto corrente postale già aperto può essere cointestato?

Fino a questo punto abbiamo parlato di conti correnti bancari, adesso spostiamoci su quelli postali.
Che possono essere cointestati anche in questo caso con firma congiunta o disgiunta.
La cointestazione può essere fatta al momento dell’apertura, ma anche se il conto corrente postale è stato già aperto.
Basterà andare all’ufficio postale di radicamento, dove è stato aperto il conto corrente, e chiedere di aggiungere un nominativo.
Ricordatevi di portare con voi documento di identità e codice fiscale.

Come si calcola la giacenza media di un conto corrente cointestato?

Parliamo un attimo di Isee e conto corrente cointestato, nella certificazione che la banca rilascia le percentuali ripartite saranno 50% e 50%, salvo diversa indicazione.