Come si apre il conto deposito?

Il conto deposito a risparmio è un conto bancario dove sulle somme  depositate la banca offre un tasso di interesse.
E’ utile per parcheggiare la liquidità che in futuro ci servirà per fare acquisti o per investire.
Esistono diversi conti deposito che si possono aprire anche online.

Di solito la scelta del conto deposito si basa sui tassi di interessi offerti, e se l’imposta di bollo dello 0,20% sul capitale depositato è a carico del cliente o della banca.
Diverse banche per attirare nuova liquidità si fanno carico dell’imposta di bollo, che influisce molto sul rendimento netto del conto deposito.

Come si apre il conto deposito?

L’apertura è molto semplice, può essere fatta anche online.
Scelto il conto  basta compilare i moduli online e consegnarli alla banca.
Molte banche offrono la possibilità di aprire il conto deposito online.
Quelle più evolute ormai utilizzano la firma digitale e non è necessario inviare moduli cartacei, ma sono sufficienti quelli in formato digitale.
Compreso la firma e la copia dei documenti di identità.

Appena la banca riceverà i documenti, e la richiesta di apertura del conto, comunicherà al cliente l’iban dove inviare il bonifico di attivazione del conto deposito.
Appena ricevuto il bonifico, riceverai una comunicazione da parte della banca con l’avviso di attivazione del conto deposito. Da quel momento il conto è attivo e potrai inviare il primo versamento.
Che deve essere fatto dal conto corrente di appoggio, e deve riportare lo stesso intestatario del conto deposito.

Se si tratta di una banca tradizionale l’apertura può essere fatta anche allo sportello.
Ricorda che se sei titolare di un conto corrente presso una banca online ti sarà chiesto di fornire un secondo documento oltre a quello di identità.

 

In conclusione per aprire un conto deposito servono:

  • Essere residenti in Italia.
  • La maggiore età.
  • Essere titolari di un conto corrente in qualsiasi banca, che servirà anche come conto di appoggio.
  • Documenti richiesti sono documento di identità valido e codice fiscale.
  • Devi essere titolare di un conto corrente, che diventerà il conto di appoggio.

Per l’attivazione si dovrà fare un bonifico.

  • Se il bonifico è fatto da una banca tradizionale non ci sono problemi.
  • Se il bonifico è fatto da una banca online alcune banche richiedono l’invio di un secondo documento come parente o passaporto.
  • Attenzione all’importo minimo da versare.
  • Attenzione all’imposta di bollo dello 0,20%.

Leggi Anche: Imposta di bollo conto deposito quando si paga.

Quali sono le differenze tra conto correte e conto deposito?

Il conto corrente ti offre una serie di servizi bancari, come i pagamenti che si possono fare con bonifici, oppure la carta di credito o la carta di debito,si possono versare assegni e prelevare, accreditare lo stipendio o la pensione, addebitare le rate di un prestito, di un muto o della carta revolving.. In pratica Serve per la gestione del denaro.

Mentre il conto deposito è sempre un conto bancario, ma remunerato, infatti sulle somme depositate la banca corrisponde un tasso di interesse. E’ un prodotto bancario per investire i risparmi.
Per utilizzarlo necessita di un conto corrente di appoggio.
Perchè con il conto deposito si possono fare solo due tipi di operazioni versare e prelevare.
Il versamento di solito deve essere fatto con bonifico effettuo da un conto corrente con intestatario identico a quello del conto deposito, il conto di appoggio. Le somme depositate possono essere prelevate ma il bonifico in uscita può essere fatto solo verso il conto corrente di appoggio.
Quindi se non hai un conto corrente bancario o postale non puoi aprire un conto deposito.

Conto deposito quanto rende.

Questo prodotto di solito si apre per depositare i risparmi e farli fruttare. Le somme sono sempre a disposizione del titolare del conto.
Il deposito può essere libero, in qualsiasi momento il denaro può essere prelevato, ma con un tasso di interesse basso.
Vincolato si ottiene un rendimento maggiore, ma il denaro non può essere prelevato fino alla fine del vincolo, che può essere di te mesi, sei mesi, nove mesi, dodici mesi, ma anche di più.

Conto deposito rischi e tassazione.

E’ sicuro rispetto alle altre forme di investimento perchè il deposito è garantito fino a 100mila euro e il denaro versato può solo salire grazie al tasso di interesse maturato.
Attenzione che si paga l’imposta di bollo dello 0,20% sul capitale depositate, e del 26% sugli interessi maturati. La tassazione influisce sul rendimento.