Come ricaricare Superflash

La Superflash è una carta di credito?
La Superflash non è una carta di credito, ma una carta prepagata. Provo a spiegarti la differenza tra la Superflash è la carta di credito. Con la Superflash di Intesa-SanPaolo  puoi spendere solo il saldo disponibile, che hai precedentemente ricaricato. Quindi il saldo disponibile è il limite massimo di spesa o di prelievo.  Quando usi la Superflash l’addebito è immediato, significa che dal saldo della carta sarà addebitato l’importo speso o prelevato. Finito il saldo disponibile per usare per i pagamenti la Superflash dovrai ricaricarla. Puoi usarla per pagare o prelevare in ogni parte del mondo, perchè è associata al circuito internazionale Mastercard.
Ma come tutte le carte prepagate è una carta di debito, anche se la carta prepagate vengono chiamate carte di credito prepagate, ma come puoi capire sono diverse dalle carte di credito. Non puoi usarla nelle transazioni dove è richiesta la carta di credito.

Cosa accomuna la Superflash alla carta di credito?
Come la carta di credito la Superflash è agganciata a un circuito di pagamento internazionale, grazie a questo la puoi usare in tutto il mondo dove sono accettate le carte Mastercard. Inoltre la carta è dotata di banda magnetica, microchip e numero stampato sul fronte, proprio come la carta di credito. L’unica differenza è nel pagamento che con le carte prepagate l’addebito è immediato,e avviene direttamente sulla Superfalsh. Con la carta di credito l’addebito è differito nel tempo e avviene sul conto corrente agganciato alla carta di credito.

Carta Superflash quanto si può ricaricare.

La Superflash ha un plafond ampio può contenere fino a 10mila euro. L’importo massimo di ogni singola ricarica è di 3mila euro, ma attenzione che l’importo massimo di ricarica mensile è di €5mila.

Quali sono i metodi di ricarica della carta Superflash  Mastercard di Intesa-Sanpaolo ?

Sono diversi i metodi che hai a disposizione per ricaricare la tua carta Superflash.
Iniziamo a dire che la prima ricarica deve essere effettuata quando si acquista la carta.
Con ricarica minima di €15 ed è gratuita.
La prima ricarica serve anche per attivare la Superflash.
Dopo l’attivazione Superflash può essere ricaricata in diversi modi, con  commissione di ricarica che variano in base al metodo scelto per ricaricare la carta. Vediamoli.

Dove ricaricare carta Superflash.

Se sei cliente di Intesa-Sanpaolo il modo più semplice per ricaricare carta Superflash, che consente di evitare perdite di tempo e fila allo sportello è con bonifico effettuato dal conto corrente.

Ma devi avere attivato i servizi internet e devi essere in possesso della chiavetta di sicurezza O-key, che viene consegnata gratuitamente quando si attivano i Servizi via internet.

La chiavetta genera una password usa e getta che può essere utilizzata una sola volta. La ricarica con bonifico costa €1.
Oppure con bonifico da cellulare o telefono per i clienti che hanno un conto corrente presso Intesa-Sanpaolo e che sono abilitati ai Servizi internet al costo di €1.

1) Come ricaricare Sueprflash in contanti.

Il secondo metodo è in contanti presso una delle tante filiali di Intesa-Sanpaolo.

2) Come ricaricare Superflash dal tabacchino.

Attualmente questa modalità è stata sospesa, ma le ricariche della Superflash possono essere fatte non solo utilizzando i canali bancari di Intesa-San Paolo.
Ma anche dai tabaccai ma solo quelli convenzionati con la banca dei tabaccai ITB.
Se utilizzi questa modalità di ricarica ricorda che ti serviranno codice fiscale, documento di identità e numero della carta da ricaricare.

3) Come ricaricare Superflash al Bancomat.

Superflash si può ricaricare anche allo sportello automatico con carta di pagamento emessa da Banca Intesa al costo di€2, oppure altra banca al costo di €2,5.
Come fare?

Ti basterà inserire nello sportello automatico la carta che utilizzerai per il pagamento, inserire il tipo di operazione: Ricarica e inserire importo e numero della carta Superflash da ricaricare.
Per autorizzare l’operazione dovrai inserire il pin della carta di pagamento utilizzata per la ricarica.
La ricarica della Sueprflash da ATM può essere fatta non solo con carte emesse da Intesa-Sanpaolo al costo di €2, ma anche con carte emesse da altre banche al costo di €2,50.
Da ATM evoluti che accettano contanti puoi ricaricare la Superflash anche in contanti.

4) Se non sei cliente di Intesa-SanPaolo ecco come ricaricare la Superflash.

Per i non clienti di Intesa-Sanpaolo Superflash può essere ricaricata sempre con bonifico effettuato da qualsiasi conto corrente.
Perchè Superflash può ricevere bonifici area Sepa, compreso accredito stipendio o pensione, quindi anche da altre banche grazie all’Iban associato alla carta.

Se ti serve il codice Bic della Sueprflash per ricevere un bonifico, o lo stipendio sai dove trovarlo?
Come conoscere l’Iban della Suerpflash?
L’Iban è stampato sul retro della carta e inizia con IT.

Quanto costa ricaricare carta Superflash

  • Filiale contanti €1
  • ATM con carta del gruppo Intesa-SanPaolo €2
  • Sempre da sportello bancomat con carta altra banca €2,50
  •  Da Bancomat evoluti in contanti €1
  • Addebito conto corrente Intesa-SanPaolo €2,50
  • Internet, bonifico, cellulare, telefono €1
  • Tabaccherie e ricevitorie Sisal al costo di

La ricarica è immediata, praticamente una volta fatta la ricarica i soldi vengono accreditati subito sulla carta.