Carta prepagata saldo negativo dopo acquisto online

La tua carta prepagata segna un saldo negativo? Ma non si è sempre detto che con le carte prepagata non si può andare in rosso?
Infatti, la carta prepagata non può andare in rosso perchè si può spendere solo il saldo disponibile sulla carta. Cosa succede se il pagamento è superiore al saldo disponibile? Se provate ad acquistare qualcosa   senza avere denaro caricato sulla carta, al momento del pagamento la transazione non sarà completata.

Ma si possono verificare delle situazione che possono mandare il saldo in rosso come l’addebito del canone della carta prepagata, l’imposta di bollo sull’etratto conto, spese varie per comunicazioni, che vengono addebitate anche se il saldo della carta prepagata è a zero, o non sufficiente. Facciamo un esempio pratico se il giorno dell’addebito del canone la Postepay Evolution ha saldo zero, il canone sarà addebitato e la Postpeay Evolution avrà un saldo negativo.

Oppure per motivi tecnici, così possiamo definirle quelle situazione che si possono verificare e mandare la carta prepagata in negativo anche se, è bene precisare, per un breve periodo. Il saldo disponibile dovrebbe tornare nella normalità entro venti giorni lavorativi.
Purtroppo sono inconveniente che ancora oggi si verificano, anche se fortunatamente sono molto limitati.
Per tentare di capirci, senza entrare in argomenti troppo tecnici, possiamo fare un piccolo esempio.

Quando la carta prepagata può andare in negativo.

Se la carta prepagata viene utilizzata per un acquisto online, quando si autorizza il pagamento partono delle verifiche per controllare se la carta prepagata è valida, e se effettivamente ci sia la disponibilità. Se il saldo disponibile non è sufficiente il pagamento non viene autorizzato.
Se invece tutto va per il verso giusto, cioè il denaro è disponibile sulla carta prepagata, il pagamento viene autorizzato.
Durante le verifiche il denaro viene prenotato, solo dopo l’autorizzazione del pagamento sarà trasferito dal saldo della carta prepagata al conto corrente dell’esercente.

Ma può capitare che durante queste verifiche qualcosa vada storto, le parti chiamate in causa per effettuare le verifiche sono più di una. Emittente della carta prepagata, circuito della prepagata, e conto dell’esercente. Basta che una di queste parti tardi a dare una risposta perché l’operazione non vada a buon fine.
Purtroppo il denaro ormai è stato prenotato, la procedura di sblocco non è immediata e si verifica un doppio addebito. Così se sulla carta prepagata erano presenti solo i soldi per l’acquisto va in negativo. Oppure si trova un doppio addebito nei movimenti della carta prepagata. Perchè il denaro ritorni disponibile servono circa venti giorni lavorativi.

Se si verifica la situazione descritta in precedenza, per sollecitare lo sblocco del denaro congelato, è meglio contattare l’emittente della carta prepagata , anche per capire quale sia il problema è perchè si è verificato l’errore. E che in teoria dovrebbe subito sistemare le cose.