Carta di credito revolving senza conto corrente

Richiesta carta di credito revolving senza conto corrente è possibile?
Per richiedere la carta di credito revolving è necessario avere un conto corrente dove saranno addebitate le spese fatte con la carta.

Di solito le carte di credito revolving rilasciate dalle finanziarie tipo  Agos, Compass, Findomestic. si riescono a ottenere senza l’apertura del conto corrente presso la società che rilascia la carta. Basta essere titolari di un conto corrente bancario o postale.
Solo una la Compass, attualmente, non richiede il conto corrente bancario o postale per l’addebito delle rate,  perché permette di rimborsare, quanto speso o prelevato, anche con il pagamento dei bollettini postali.
Cosa significa? E’ molto semplice, che si può scegliere di ripagare il finanziamento senza l’addebito diretto sul conto corrente, ma pagando con bollettini di conto corrente postale.
Solo che il rimborso sarà più costoso perché oltre agli interessi applicati al finanziamento, ogni bollettino pagato all’ufficio postale ha un costo di €1,50 .

Agos e Findomestic tra i requisiti per il rilascio della carta di credito richiedono che il richiedente sia titolare di un  conto corrente bancario o postale.
Questo tipo di carte permette di scegliere il tipo di rimborso a rate oppure in unica soluzione.
Si può scegliere il tipo di rata anche da internet tramite l’internet banking della carta.
Chiaramente c’è un importo minimo da rimborsare.
Se vuoi risparmiare qualcosa è meglio l’addebito diretto sul conto corrente, anche per evitare di dimenticare di pagare una rata.
Ricorda che saltare il pagamento di una rata del credito revolving può costare caro.
Le condizioni economiche con i costi per il pagamento in ritardo di un rata li trovi elencati nel prospetto informativo.