Carta di credito quale scegliere

Prima di scegliere la carta di credito la domanda da farsi è: “Ho bisogno di una carta di credito, oppure mi basta la carta di di debito associata al conto, o la carta prepagata?”

La carta di credito se usata bene è un ottimo strumento, ma è un’arma a doppio taglio.
è la soluzione ideale se si vuole spendere oggi e pagare domani in unica soluzione.
Se invece si utilizza la carta di credito perché non si riesce ad arrivare alla fine del mese, questo è un utilizzo non corretto della carta di credito.
Perchè se ti fai prendere la mano, non riesci a controllare le spese, e non hai la disponibilità per rimborsare quanto speso, le conseguenze del mancato pagamento della carta di credito non sono buone. Finita la premessa passiamo ritorniamo la tema principale di questo articolo, come si sceglie la carta di credito.

Primo punto il circuito della carta di credito.

Per quanto riguarda il circuito Visa o Mastercard ormai è indifferente, si tratta di due circuiti internazionali molto diffusi sia sul territorio italiano che internazionale. Mentre possono esserci delle differenze nei costi applicati dagli emittenti. Di carte di credito ne esistono di diversi tipologie.

Secondo punto quale tipo di carta di credito?

Di carte di credito ne esistono di tre tipi a opzione, revolving, a saldo-Sicuramente la scelta Dovrebbe ricadere su una carta di credito a saldo, l’addebito avviene in unica soluzione e senza costi.
Le carte di credito revolving consentono di rateizzare quanto speso, ma questa comodità si paga. Perchè alle somme da rimborsare va aggiunto il tasso di interesse, che spesso è molto alto.
Con le carte di credito a opzione puoi scegliere se rimborsare in unica soluzione, oppure rateizzare l’importo.

Terzo punto i costi della carta di credito.

Altri costi da prendere in considerazione, anche questi elencati nel prospetto informativo, sono il costo di rilascio, o emissione, della carta di credito. Il canone annuale anche se non tutti gli emittenti lo applicano, e qualcuno lo azzera se si usa la carta di credito per un certo importo mensile. L’imposta di bollo sull’estratto conto, e il costo per l’invio e la ricezione degli sms alert, utili per tenere sotto controllo la carta.
Attivando questo servizio ogni volta che si usa la carta si riceve un sms al numero di telefonino associato alla carta. Il costo per il blocco della carta di credito in caso di perdita, furto o clonazione.

Non dimenticarti dei costi per prelevare con carta di credito.

Oltre agli acquisti con la carta di credito è possibile prelevare denaro presso ATM bancari. Operazione sconsigliata visto che si tratta di un anticipo id contante e per questa operazione si paga una commissione che può andare fino al 4% di quanto prelevato.

Carta di credito quale fare.

Adesso che hai raccolto le informazioni necessearie per scegliere la carta di credito, quale carta di credito fare?
Amex, carta di credito postale, quella rilasciate dalla finanziaria, o quella della banca dove abbiamo il conto corrente?
Le carte di credito più economiche sono quelle dei conti online.
Come ad esempio widiba, Webank, Conto corrente Arancio, Hello Bank, Fineco, consulta i prospetti informativi prima di aprire un conto corrente online per richiedere la carta di credito, perché il anche se le condizioni economiche sembrano allettanti, il rilascio non è automatico.
Si devono rispettare dei requisti e delle condizioni come l’accredito dello stipendio.
Oppure che il saldo del conto superi una certa cifra.

Fai attenzione al canone annuale della carta, di solito questo costo si riesce ad azzerare se la carta viene utilizzata per un certo importo mensile.
Oltre alle carte dei conto correnti online c’è anche l’America Express che puoi richiedere anche se non viene rilasciata dalla tua banca.
Condizioni, e moduli di richiesta li trovi online sul sito dell’Amex.
Per quanto riguarda le banche tradizionali ricorda che le condizioni sono negoziabili e dipende dal saldo del tuo conto corrente e dalla tua operatività.
Carta di credito senza conto corrente.
Carta di credito senza busta paga o reddito dimostrabile.

Quale carta di credito.

Con il conto corrente Arancio si può richiedere la carta di credito Visa Oro, con zero canone annuale. La commissione per anticipo contanti è del 4%. Condizioni per avere la carta di credito accredito stipendio o pensione . Oppure Saldo medio di almeno €3000. Il plafond base è di €1500 che può essere modificato.

Fineco Carta Gold Mastercard con palfond di 8mila euro. Possono richiederla i correntista con più di 26 anni, la liquidità del conto deve essere almeno di 5000 euro. Si paga il canone annuo di €19,95. Oppure Fineco Card Credi della Visa con opzione revolving, canone annuo di €19,95, con plafond di spesa €1600.

Conclusione.

Ricorda che le carte di credito più economiche sono quelle rilasciate dalle banche online.
Per il rilascio della carta di credito devi avere la busta paga, o un reddito dimostrabile, un conto corrente dove addebitare quanto speso o prelevato con la carta di credito.
Evita le carte di credito revolving troppo costose.
Serve il conto corrente per addebitare spese e prelievi.