Accreditare lo stipendio o pensione sulla Postepay?

Si può accreditare lo stipendio sulla Postepay? E la pensione? Non tutte le Postepay vanno bene per l’accredito dello stipendio, della pensione, disoccupazione Naspi. Ecco su quale versione della Postepay puoi accreditare  lo stipendio, quale versione della Postepay vanno bene per l’accredito della pensione, o per l’indennità di disoccupazione.

Purtroppo sulla Postepay Standard non è possibile accreditare lo stipendio o la pensione. Mentre è possibile accreditare lo stipendio sulla Postepay Evolution, l’ultima carta prepagata emessa da Poste Italiane, dove grazie all’Iban associato alla carta è possibile ricevere bonifici Sepa.

Per accreditare lo stipendio sulla Psotepay Evolution, ti basterà comunicare il codice Iban riportato sulla Postpeay Evolution al tuo datore di lavoro per ricevere ogni mese l’accredito dello stipendio come se fosse un conto corrente. Se ti serve anche il codice Bic della Postepay Evolution dovrai comunicare quello del Bancoposta BPPIITRRXXX . Quando il tuo datore di lavoro effettuerà il bonifico il giorno seguente troverai l’accredito del tuo stipendio tra i movimenti della  Postepay Evolution, mentre  il saldo disponibile sarà aggiornato con  l’importo dello stipendio. Ricorda che dal 1 ottobre 2018 cambia il codice Iban della tua Postepay Evolution.

Postepay Evolution si può accreditare la pensione?

Sulla Postepay Evolution invece non è possibile accreditare la pensione erogata dall’ente pensionistico.  Si può accreditare l’assegno di disoccupazione Naspi sulla Postepay Evolution. Per i pensionati  esiste una versione di carta prepagata realizzata da Psote Italiane per l’accredito della pensione, leggi qualche riga più sotto.

Perchè non si può accreditare la pensione sulla Postepay Standard o Evolution?

L’accredito dello stipendio o della pensione sulla Postepay Standard non è possibile perchè questa versione della Postepay  non ha un codice Iban, come le carte conto, carte prepagate che sono emesse principalmente da banche ma anche da società che emettono moneta elettronica. Per accreditare la pensione  alle Poste oltre al conto corrente postale, libretto postale,  esiste la carta Inps.   In ogni caso per l’accredito di stipendio o pensione è sempre meglio avere un conto corrente più sicuro di una carta prepagata con Iban che può essere smarrita o clonata .

E non è detto che il conto corrente sia più costoso di una carta conto, a patto che si scelga  un conto corrente online con costi minori rispetto al conto tradizionale. Che si può gestire tranquillamente da casa con un collegamento internet, con associato una carta Bancomat per i prelievi e pagare gli acquisti. Magari associata a uno dei due circuiti internazionali Mastercard o Visa. Fineco , Webank, IWBank sono le principali banche che operano online, ma anche il Conto corrente Arancio dell’olandese Ing Direct. Anche i conti correnti online sono coperti dal Fondo interbancario che assicurano ogni conto fino a 100mila euro. Le carte prepagate con Iban non aderiscono al Fondo Interbancario.

Per quanto riguarda l’accredito del’indennità di disoccupazione Naspi non va bene la Postepay Standard.