Disdetta Postepay quando si può fare

Può capitare per qualsiasi motivo che si voglia chiedere la disdetta della Postepay prima della naturale scadenza. Disdetta della Postepay che può essere fatta in qualsiasi momento.

Basta andare all’ufficio postale e chiedere che la Postepay venga estinta, così si chiama la procedura di disdetta. Per la richiesta di estinzione della Postepay non sono previste commissioni.
Se sono caricati soldi si deve chiedere il rimborso del credito residuo rimasto sulla Postepay, oppure prelevarlo prima di chiedere la disdetta della Postepay. Dopo questa procedura la Postepay sarà disattivata e non potrà essere più utilizzata.Anzi l’impiegato delle poste procederà con il taglio della Postepay in tanti pezzetti.

E se sei titolare di una Postepay Evolution e vuoi chiedere la disdetta?

Anche la disdetta della Postepay Evolution può essere fatta in qualsiasi momento, e la procedura è identica a quella Postepay Standard. Solo che con per la versione Evolution si deve pagare il canone e purtroppo anche l’imposta di bollo annuale di circa due euro.

Ricordate che, se non si ha voglia di andare alla Posta per chiedere la disdetta, la procedura non può essere fatta online. E da qualche tempo Poste Italiane ha cambiato le condizioni inserendo il rinnovo automatico. Quindi è meglio estinguere la Postepay Evolution, o Standard per evitare che alla scadenza parta il rinnovo automatico e vi ritrovate con una nuova Postepay. Comunque, anche in questo caso potete chiedere l’estinzione.

Anche per la Postepay Junior e per le altre versioni della Postepay è possibile chiedere l’estinzione della carta prepagata in qualsiasi momento, cioè anche prima della scadenza, che è stampata sulla carta.